PRENOTA ON-LINE E RISPARMI il 3%




Cerca
TREKKING IN CAMPIONE

L'escursionismo è un'attività motoria basata sul camminare nel territorio, sia lungo percorsi (strade, sentieri), anche variamente attrezzati, sia liberamente, al di fuori di percorsi fissi. Spesso, derivando il termine dalla lingua inglese, viene indicato anche come trekking o hiking. Il primo termine deriva dal verbo inglese to trek, che significa camminare lentamente o anche fare un lungo viaggio. Il secondo deriva dal verbo inglese to hike, che significa camminare.
Prima di partire è opportuno cercare di imparare bene il territorio sul quale ci si muoverà, in particolare i sentieri segnati, la posizione di eventuali punti di riferimento, l'altimetria e l'orientamento generale rispetto ai punti cardinali.

L'abbigliamento è naturalmente legato alla stagione, ma comunque si devono tenere in considerazione eventuali peggioramenti delle condizioni meteorologiche. Si dovrà sempre includere un abbigliamento impermeabile da indossare in caso di emergenza. Impiegare preferibilmente scarponi adatti al tipo di terreno che si affronterà e calzini specifici per l'escursionismo (in genere privi di cuciture e con struttura differenziata per un maggior agio). Per questi ultimi (a differenza di quanto si possa comunemente immaginare) la lana è più che adatta anche d'estate. Su scarponi e calzini si consiglia di puntare alla migliore qualità possibile (sono elementi essenziali).

+39 0365/791102  - booking@campioneunivela.it









+39 0365/791102  - booking@campioneunivela.it


In collaborazione con SKYclimber

Gli amanti della mountain bike o delle passeggiate a Campione del Garda hanno davvero ampia scelta di percorsi ciclabili e non. I sentieri non richiedono particolare allenamento o una attrezzatura particolare in quanto sono facilmente percorribili. Alcuni percorsi sono a livello di escursionismo e magari occorre avere un minimo di preparazione ma niente di spaventoso. Sicuramente armarsi di macchina fotografica conviene perchè si incontreranno panorami davvero mozzafiato.

Passeggiata a Pieve di Tremosine

Escursioni da Campione del Garda Da piazza Francesco Arrighini si prende per Via Pascoli e, dietro il campo di calcio, si imbocca il tratto abbandonato della Gardesana. Superate le due gallerie, si continua a sinistra lungo la strada che, passando sotto la cascatella del torrente Lesìne, sale dolcemente ad inserirsi sulla provinciale n. 38 (min. 20).
Procedendo in salita per circa altri 200 metri, si arriva all’imbocco di una galleria da superare a destra seguendo il vecchio tracciato fino ad incrociare il segnavia 201 (min. 10) che collega il porto, visibile in basso, alle case di Tremosine che occhieggiano in alto.
Il fondo diventa sterrato e si supera lo zoccolo verticale correndo su uno sperone roccioso, dove si supera una piccola grotta con una Madonnina fino alla cima a m.413 in un tempo totale di 40 minuti.
Arrivati al Viale Europa di Tignale fino all’ex-municipio e alle scuole, si prospettano due possibilità:
- Seguire la provinciale per Arias, appena giunti a Pregasio (m. 478), nei pressi della chiesetta di San Marco, prendere a sinistra via Lo, che coincide con il tracciato del sentiero 267 della Bassa Via del Garda;
- Imboccare, di fianco all’oratorio parrocchiale via Vagne con il segnavia. 202 che scendere fino a quando si presenta di fronte alla carreggiata, bloccandola, il cancello di una villetta, costeggiare la recinzione si entra in un castagneto e si sbocca in via Lo.
Dalla Via Lo, punto di arrivo comune ai due tracciati, su una comoda mulattiera si va fino ad un fienile isolato circondato dagli ulivi (1 ora); un sentiero, molto panoramico, in alcuni tratti letteralmente scavato nella roccia, porta nella forra del San Michele, che si supera su ponticello in ferro; tenendo la sinistra, seguendo il segnavia 267 tra le reti, si attraversa l’angusta galleria (per precauzione, meglio munirsi di una pila!) e si raggiunge la piazza di Campione.

Andata e ritorno: 3 ore.


Sentiero 267 Da Campione a Prabione (segmento della Bassa Via Del Garda)

Escursioni da Campione del Garda Da Campione sull’argine destro del torrente omonimo, parte il segnavia 267 della "Bassa via del Garda" con una serie di gradini che conducono ad una galleria (durata min. 15 e si consiglia di portare una pila!) e ad una camminata tra un canale dell’acqua e la profonda forra.
Lasciando a destra il ponticello in ferro, si continua sul segnavia 266 per Prabione a ridosso della rupe.
Pian piano la vista si apre sulla valle, su Pregasio, Cadignano, Sermerio, i monti Tignalga e Lavino, poi il sentiero lascia il posto ad una mulattiera che si inoltra in un boschetto di carpini e sbuca in località Bàit, nei pressi di una casa rustica circondata da un prato con castagni (min. 35).
In 300 metri si è in vista del villaggio turistico di Campogrande; a destra, lungo la strada asfaltata, si va al Centro visitatori del Parco Alto Garda Bresciano, alle prime case del centro storico di Prabione (m. 540). dove si continua, a destra, lungo il segnavia 204.
In discesa si prendono a sinistra i successivi due bivi e sempre a destra gli altri fino al Puntsèl (min. 30), da dove si risale per Cadignano (min. 30).
Ci si immette sulla provinciale in direzione di Pregasio (m. 478), la si attraversa e, appena prima della chiesetta di San Marco, si prende via Lo, che coincide con il 267 della Bassa Via del Garda.
Lasciato a sinistra l’albergo Villa Selene, si scende lungo la mulattiera fino ad un fienile isolato circondato dagli ulivi (min. 30); il sentiero, letteralmente scavato nella roccia, porta di nuovo nella forra del San Michele, che si supera sul ponticello in ferro evitato durante la salita; tenendo la sinistra, seguendo il 267 tra le reti, si riattraversa l’angusta galleria e si raggiunge la piazza di Campione.

Andata e ritorno: 4 ore.
Dislivello: mt. 940;
Difficoltà: Escursionista


Via del Basso Garda da Salò a Limone. Tratto di Campione del Garda

../salo/sport/sentiero_basso_garda.jpgIl tracciato della Bassa Via del Garda, dedicato a Roberto Montagnoli, grande estimatore e promotore di queste zone, è stato pensato per far conoscere ed apprezzare la straordinaria alternanza di paesaggi e situazioni ambientali che permettono di camminare tra agavi, palme e ulivi o tra faggi secolari, genziane e crochi, a solo poche ore di cammino gli uni dagli altri, parte da Salò e arriva a Limone del Garda.
Sarà possibile essere avvolti dal profumo di gelsomino in estate o da quello dei ciclamini in autunno; attraversare colline merlate da cipressi o inerpicarsi tra rocce, forre e strapiombi da brivido in ogni stagione.

Percorrendo antiche mulattiere con il selciato scavato durante i secoli da carri e slitte trainati da animali, sostando vicino alle severe muraglie delle limonaie, visitando tranquilli paesini ed eremi solitari, potrà avvenire la magia di fare un salto all'indietro nel tempo.

Il sentiero della Bassa via del Garda che si snoda su stradine e sentieri a quote tra i 100 e i 900 metri, è da percorrere in più giorni attraversando i vari comuni che dividono Salò da Limone.

Nel comune di Campione del Garda il sentiero 267 fa parte di questo percorso.




Anello di Campione

Escursioni da Campione del Garda Dalla piazza di Campione (78 mt) si attraversa il ponticello sul torrente San Michele e seguendo il segnavia 267 si lascia a sinistra il complesso del'ex cotonificio Olcese, per salire la mulattiera scalinata che conduce alla forra di San Michele, spettacolare.
Percorsa una breve galleria illuminata si raggiunge un ponte in ferro al bivio con i sentieri 266 e 267 (15 min.).
Imboccare a sinistra il sentiero 266, uscendo dalla forra a quota 350 circa (20 min.).
Percorrendo il sentiero nel bosco ci si alza fino alla strada asfaltata che collega Tignale a Prabione: panchina a circa 480 m (20 min.). Seguendo a destra la strada si entra in Prabione 535 m (5 min.) ed a metà abitato si devia a destra sul segnavia 29 (diverrà 204), per una stradina che in direzione nord-ovest conduce al Ponticello (Puntsèl ).
Dopo una lieve discesa in Val di San Michele si entra nel bosco, si lascia a destra una costruzione e si giunge al Ponticello in pietra, gettato sulla forra profonda la dove le rocce delle due sponde sono più vicine a quota 290 circa (40 min.).
Dopo il ponticello il sentiero risale il bosco e conduce al bivio per via Bonicunter a circa 380 m (20 min.).
Tenendosi a destra si risale la ripida via (500 m circa) fino ad incrociare il segnavia 203 (30 min.).
Per la strada asfaltata Polzone - Pregasio, a destra in direzione est, si raggiunge l'abitato di Pregasio 477 m, dove si va fino al ristorante Selene, belvedere sul Garda e bivio 267 (10 min.).
Si imbocca il sentiero 267, una stradina a destra poco prima del ristorante, per scendere sui terrazzamenti a prato e poi ancora sul sentiero roccioso nella forra di San Michele per tornare al ponte in ferro al bivio con il segnavia 266 (40 min.).

Quindi si torna a Campione in 10 minuti.

Ore di cammino: 3,30;
Dislivello 680 mt
Difficoltà: media

OFFERS
Fun & Sport

EVENTI
TRAINING CAMP
REGATA
ALTRI EVENTI
WE ARE IN
CAMPIONE
DEL GARDA
Campione Del Garda Via R. Cozzaglio, 1
25010 Campione del Garda - (Bs)
Tel. +39 0365/791102 - Fax +39 0365/791105
E-mail: booking@campioneunivela.it
Privacy Policy P.Iva 03196250983
Realizzazione siti internet Brescia: TITANKA! Spa - Copyright © 2013